Archivi tag: salvaguardia territorio

Il progetto di Modena

Standard

L’Azienda Panini Tessuti di Modena, oltre a contribuire alla realizzazione di un’installazione per la città de L’Aquila all’interno del Progetto Mettiamoci una Pezza, qui il progetto, collabora al Knitting Day del 6 aprile con una installazione nel centro storico di Modena.

L’installazione è composta da un grande telo su cui sono state cucite tante pezze a maglia che rappresentano in modo stilizzato delle case. La casa dal punto di vista simbolico significa protezione, sicurezza, stabilità: tutto ciò che viene a mancare quando un terremoto scuote una città e delle vite. In questa installazione le case hanno occhi, bocche e sembrano voler comunicare qualcosa. Dal centro partono dei fili colorati che creano un intreccio, un legame. Sul telo nero spiccano delle cuciture dorate. Come nella tecnica tradizionale cinese del Kintsugi, in cui la ceramica viene recuperata mettendo in evidenza le fratture con dell’oro, le cuciture dorate vogliono essere rappresentative della possibilità di recupero e rinascita.

L’opera non è completa, ma richiede la collaborazione di chiunque voglia interagire.

La casa che si trova al centro dell’installazione è in realtà una tasca che contiene aghi e fili di lana e chiunque, passanti e curiosi, possono usufruirne contribuendo alla realizzazione dell’opera finale.

L’opera è stata installata sulla Torre Ghirlandina del Duomo di Modena, simbolo della città.

hastag dei progetti #mettiamociunapezza

Il progetto di Mettiamoci una pezza

Scarica le etichette

 

Annunci

Il progetto di Sulmona – L’Aquila

Standard
Il progetto di Sulmona – L’Aquila

Il Centro Sociale Polivalente della Badia di Sulmona,  che si trova proprio sotto l’Eremo di Celestino V,  ci mette una pezza. “L’iniziativa per il decimo anniversario mi ha molto colpito proprio per la vostra generosità nel voler estendere e coinvolgere altri luoghi per porli sotto i riflettori . Grazie per questa bella opportunità che ci offrite . I luoghi del nostro intervento riguarderebbero la zona sotto l’eremo di Celestino , porta di accesso anche agli scavi archeologici che, per questioni burocratiche di attribuzioni di competenze, è lasciata nella più totale incuria; nel tempo è stata oggetto di atti vandalici, salvo poi diventare un vero immondezzaio durante il periodo estivo quando incivili frequentatori vi abbandonano ogni sorta di rifiuto. Poichè il percorso, molto bello, è di circa 2km con panchine e staccionate ormai rotte, noi vorremmo ricoprire di pezze varie parti di questo percorso…..”

se volete partecipare a questo progetto scrivete a :

antonella.c1961@hotmail.it

oppure inviate le pezze a:

Antonella Caprioli
via Badia 39/c , 67039  Sulmona (AQ)

scarica le etichette

Il progetto di mettiamoci una pezza