Una pezza per i Portici da Giusi Pitari

Standard

I Portici - Virtual urban knitting by D. Giagnacovo

I Portici - Virtual urban knitting by D. Giagnacovo

Sotto i Portici dell’Aquila, una sera, incontrai un ragazzo. Era una faccia nota, ma non riuscivo a ricordare. Mi si avvicinò e abbracciandomi forte mi disse «Giusi, che bello rivederti!».

Si trattava di un ragazzo che conobbi da bambina al mare, avevo persino una “cotta” per lui. Era di Foggia e si trovava a L’Aquila per frequentare l’ISEF. Mi riconobbe dal neo sulla bocca.

Ecco cosa erano i portici, il luogo dove potevi incontrare un amico dimenticato e ricucire ricordi, sensazioni e sogni di bambina.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...